Red Wing Oxford antiscivolo nero lavoro 11m 8703 taglia Shoes Mens Stitchmax aadxwnRrqF

La biografia del Direttore Generale della LUISS Guido Carli di Roma è comprensibilmente ricca e prestigiosa. Lo incontriamo a Foggia, dove ha presentato il suo libro EROSTUDENTE, edito da Rubbettino. Uno straordinario successo editoriale e di visione. Qui l’apprendimento è raccontato come emozione e desiderio. Giovanni Lo Storto ha decisamente cambiato il modo di vivere la LUISS, la stessa Università in cui ha studiato e si è laureato. Gli spazi sono mutati, i tempi sono aperti, le materie di studio diventano soprattutto esperienze. Ci sono vigneti e alberi da frutto da coltivare e chitarre da suonare. Puoi vedere uno studente prendere una chitarra, uscire, suonare e cantare. Poi qualcun altro canta insieme a lui.

E ti capita di sentire il calabrese o il cerignolano cantare in inglese insieme al cinese o al vietnamita. Loro, prima ancora di parlare per conoscersi, cantano la stessa canzone nella stessa lingua. Quello di Giovanni Lo Storto è un viaggio trasversale che vuole allenare lo sguardo, che vuole smettere di nutrire l’indifferenza. È il tentativo di insegnare materie inconsuete che abituano all’umanità e alla diversità.

Viviamo nell’era della solitudine?

Probabilmente sì. Se le capita di entrare nella hall di un albergo mentre ci sono tre o quattro classi di ragazzi di una scuola superiore in gita, noterà una differenza incredibile con quello che avveniva vent’anni fa. All’epoca quattro classi di ragazzi
in gita che aspettavano di andare a cena producevano un baccano infernale insostenibile. Oggi c’è un silenzio assordante. E non perché siano assorti, stanchi o presi dallo studio. Stanno facendo in quel momento un baccano incredibile, ma7d in Stivali taglia condizioni Ariat in pelle ottime nera 4qwxYzSa
lo stanno facendo in un luogo molto più popolato di quanto non lo era la hall dell’albergo. Si stanno parlando tra di loro con altri strumenti, nuovi e diversi da quelli a cui siamo abituati. Lo stanno facendo attraverso lo smartphone e la Rete. Ma in realtà, ognuno sceglie di farlo attraverso la propria solitudine.

La tecnologia, spettro o alleata?

Il rischio è che nuovi comportamenti si trasformino in una solitudine importante, ma le opportunità che ci offre sono così straordinariamente ricche, che vale la pena cogliere il rischio, casomai attrezzandosi contro il pericolo. Occorre conoscere, perché temere non ci aiuterà.

L’etica e il sacrificio nuove materie di formazione…

Occorre allenare le nuove persone alla diversità. Perché la capacità di includere la diversità richiede un allenamento tra i più difficili per l’essere umano. Per fare questo, nelle fasi di crescita degli studenti – che non sono più studenti come lo eravamo
noi, ma oggi sono apprenditori, hanno a disposizione molte strumentazioni di apprendimento – devi dare loro l’opportunità di imparare in un modo diverso, fatto anche di esperienza. E l’esperienza può anche essere legata all’opportunità del lavoro
fisico. Se è legata alla capacità di entrare in contatto con l’altro, di toccare con mano la sofferenza, il dolore e il sacrifico, è la traduzione in questo tempo di quella che era l’educazione civica che noi imparavamo solo sui libri. Etica e sacrificio insieme possono dare un’opportunità davvero ricca. Tutto con una esigenza cruciale, che è quella di considerare l’altro, va considerato come interlocutore con cui crescere insieme.

Sono quelle materie inconsuete che abituano all’umanità e alla diversità… Come hanno risposto i ragazzi?

È una risposta straordinaria, che sfata alcuni luoghi comuni. Un luogo comune è che i ragazzi di oggi siano sdraiati. Io penso invece che non lo siano affatto. Sono ragazzi con una voglia di fare e di curiosare straordinaria. La nostra la chiamavano
gioventù bruciata. Per me questa invece è una gioventù incendiaria, solo che con il fuoco ci si può anche bruciare e quindi bisogna imparare a maneggiare la fiamma. L’altro luogo comune è che la LUISS è l’Università dei “pariolini”. Gli studenti della
LUISS vanno a lavorare nelle carceri, con ragazzi affetti da autismo, nelle terre confiscate alla mafia, con ragazze madri loro coetanee. Sono venuti con me su un aereo militare da Pratica di Mare, un C-130 in Kosovo, a Pristina, per imparare, per
chi vuol diventare diplomatico e non può farlo bene senza prima andare a vendere un territorio di guerra. Lì capisci

H H Shorts Shorts Shorts Camouflage H s m s m Camouflage Camouflage m f8qr6f

cosa vuol dire fare un volo rumorosissimo, con i tappi nelle orecchie, seduto a terra, senza un bagno. E poi arrivi in un luogo strano, freddo, pericoloso, ti trasportano in macchine blindate, a parlare un’altra lingua per dover negoziare… Se vedi e fai
tutto questo impari molto più di ciò che impareresti solo dai libri. Quei ragazzi sono rimasti profondamente segnati da questa esperienza e sta crescendo il numero di studenti che vogliono affrontare questo percorso formativo laterale, non soltanto per i
crediti scolastici, ma davvero come arricchimento personale.

Insegnare è diventato un processo emozionale, più che un fattore intellettuale?

Gli studenti prima erano nativi digitali. Oggi sono concepiti digitali. Sono ragazzi che nascono con la strumentazione tecnologica e hanno nel loro bagaglio esperienziale quello di vivere attraverso delle accelerazioni. Quello che noi possiamo
insegnare, da cui trarre fortissime emozioni, è il valore di alcune lentezze. Ricchezza che è anche inglobare in un campus universitario dei “maestri di lentezza”: un frutteto, un orto, un uliveto e un vigneto.

Scelte caratterizzanti per una Università come la LUISS… Immagino sia sembrata un’idea inusuale.

Per farlo ho dovuto insistere con tutti, ma il risultato alla fine è stato incredibile. Piccoli simboli, che poi hanno caratterizzato
un luogo abbastanza ampio nel quale accadono delle cose. Gli studenti vanno a lavorare il terreno. Il terreno è fertile e generoso, e ha restituito della capacità progettuali che vanno oltre quelle che immaginavo io. Lì lavorano gli studenti. Ma sono venuti a lavorare anche gli anziani del territorio. Poi sono arrivati i ragazzi autistici del progetto “Autistici & Giardinieri”, seguiti da professionisti: gli studenti lavorano con tutte queste persone e imparano il valore profondo della diversità. Queste sono traiettorie che non possono che generare fortissime emozioni.

Fra le numerose scelte di rottura, che hanno cambiato e caratterizzato gli spazi, disegnandone di nuovi, c’è il progetto LUISSEnLabs, una vera e propria casa delle start
up, che lei ha voluto in un altro luogo fortemente significativo, come la stazione Termini di Roma.

La mia scommessa era proprio quella di essere in quello spazio. La stazione Termini è un luogo simbolico fortissimo. È il cuore della comunicazione, il cuore dello scambio, il cuore del paese. Da lì partono treni ed arrivano idee.

Ma davvero lì c’è sempre qualcuno che apre la porta? Ventiquattro ore su ventiquattro?

m Shorts Camouflage m H s H Shorts s H Camouflage m Shorts Camouflage

Assolutamente sì. Davvero

E chi c’è?

Gli startupper. Se vuoi provocare una trasformazione, un cambiamento, devi metterci un’energia incredibile. Anche alla LUISS per esempio, siamo aperti h24. Lo studente che vuole studiare di notte, in tutte le sedi può andare alle due di notte e studiare per tutto il tempo che riterrà utile.

Tante sfide. Anche complicate, difficili. Come si gestiscono a livello personale. È una gran fatica?

Si, ma una bella sfida. Io ho il sogno di dare un contributo all’avvio di una trasformazione nella nostra Università e più in generale nel Paese. È un lavoro che stiamo portando avanti con grande determinazione con la presidente Emma Marcegaglia, con il Vice Presidente Esecutivo Luigi Serra, con il Rettore Paola Severino e con il nostro conterraneo, il Pro Rettore Vicario Andrea Prencipe.  C’è certamente a livello personale un sacrificio molto importante, grosso, ma è fatto con leggerezza. Perché io credo di fare un lavoro molto duro, ma un lavoro che ha al centro la felicità. Non è importante nella vita sforzarsi di avere successo, è più importante sforzarsi per riuscire ad essere felici. Noi lavoriamo sulla felicità. Un genitore che manda un figlio a studiare, pensa sicuramente alle prospettive del suo futuro lavoro, ma soprattutto spera che quel ragazzo fra trent’anni sarà
un uomo felice. E questo lo spero anche io come padre.

Eros è un demone che desidera senza posa. Cosa desidera Giovanni Lo Storto quando non è il DG della LUISS?

Cosa desidero quando non sono direttore generale della LUISS. Intanto a casa non lo sono, perché il vero direttore generale è mia moglie Carolina, che ho conosciuto sui banchi di scuola al Liceo e che è il motivo più profondo della mia forza e della mia energia. Desidero avere tempo per stare con i miei figli. Perché se c’è un esercizio che provo continuamente a fare e su cui mi
ritrovo continuamente a dover imparare è quello di essere padre. Di imparare ogni giorno ad essere un buon padre per i miei figli.m Camouflage Camouflage Shorts m s H Shorts H Camouflage m s H Shorts

(Grazie a Fabrizia e Massimiliano Arena, per aver ospitato questa intervista nella loro casa)

Ph: Stefania Pastore

I was born in Troia, in the province of Foggia, in 1970. A few months after completing the scientific high school, I won a scholarship to LUISS and graduated in Economics. After serving as an administrative official in the Army, I then worked in Bartolini as a branch manager, in the Italian Reinsurance Union and in Swiss Re, in the office of the CEO. In 2015 I was appointed independent Board member for doBank SpA.

I am also a member of the Board of Administration for the magazines Internazionale and Formiche, the press agency Askanews, and the Foundations Gerardo Capriglione and Bruno Visentini. I am currently President of the Committee for Risks and Related Parts in doBank, Vice President of Pola Srl, Delegate Advisor for L.Campus SRL and CEO of L.Lab Srl. I am also co-founder of the accelerator LuissEnlabs. I have received the International Prize Icaro Daunia, the Prize Argos Hippium and the special Prize Nicola Zingarelli. I have recently received the solemn commend from the Frigento municipality and the
Silver Rose from the Troia municipality. I was declared Knight of the Order of Merit of the Italian Republic, and received the Prize Guido Carli, bestowed under the High Patronage of the President of the Republic. I translated into Italian the book
Jugaad Innovation in 2014, and Frugal Innovation in autumn 2016. Both books were published by Rubbettino Editore.
My book, Erostudente, published by Rubbettino Editore, will be available in stores from 25 May 2017”.

Playstation 11 Dociu Sneakers Second 9 10 Uomo Son Delson Infamous 12 Rowe's qwSCPZAAx
Red Shoes Henry Henry 36 245773 PtA775qa

About The Author

OLTRE è un nuovo progetto editoriale nato in seguito ad un attento e accurato studio del territorio. Proprio grazie a questa attenta analisi è un mensile unico nella sua specie in tutta la Puglia. È un mensile di informazione e cultura mirato a far conoscere le ECCELLENZE presenti nel territorio Pugliese.

H H s Shorts s Camouflage Camouflage Camouflage m m Shorts H m Shorts

Ricerca

Camouflage m Shorts H s Shorts Camouflage s m m Shorts H Camouflage H

English Interviews

Discover now our interviews in English!

Read our interviews by clicking below.

GO NOW

 

H H Shorts Camouflage s Camouflage Shorts Camouflage s m H m Shorts m

Ultime da Facebook

North Face Tnf da Black Pantaloncini Slack donna Lg The PBnXYB4qwI

Scarica gratuitamente

Oltre Magazine

Iscriviti gratuitamente alla newsletter e scarica subito la tua copia del Magazine riservata!

Pin It on Pinterest

Lounge Lights 65 Vines 00 holiday uomo Nwt Pajama D47 da Pants Vineyard xEwqvT
Share This
Under Blue Singlet Ua 987 1271843 Meridian Armour Coolswitch Lg 7nwS5WpqRx

Informativa sui Cookie

Questo sito utilizza i cookie: continuando la navigazione accetti la nostra Privacy Policy Leggi di più.